Blog: http://nomad.ilcannocchiale.it

L'assassino

L'assassino sono io.

Sono io che ho ucciso la Sinistra Arcobaleno. Io che voto a Sinistra da quando ho diritto di voto, cioè da 11 anni, io nato e cresciuto in una famiglia di metalmeccanici. All'inizio ho votato Rifondazione, ma mai più dopo la caduta del primo governo Prodi. Poi ho votato Comunisti Italiani, poi Verdi, e ancora Comunisti Italiani. Stavolta ho votato PD.

Ero contento quando Mussi ha lasciato i DS, sono stato tra i primi iscritti al sito di Sinistra Democratica, anche se questa scissione e ri-aggregazione giunge tardiva: la Sinistra avrebbe dovuto riunirsi fin dal 2001, all'indomani della vittoria del centro-destra.

Avrei voluto votare la Sinistra Arcobaleno, ma poi loro hanno deciso che non volevano il mio voto. Tutto è cominciato quando la Sinistra era al governo. Ha messo i bastoni tra le ruote a Prodi in tutti i modi possibili. Vero, quello faceva cose impopolari, ma governare non è una passeggiata, lui almeno provava a farlo, mentre la Sinistra Arcobaleno si è dimostrata incapace di farlo. Tanto incapace che per queste elezioni ha dichiarato, per bocca di Fausto, che per difendere meglio i diritti dei precari preferivano stare all'opposizione. E infatti eccovi accontentati: io non vi ho votati. NO a questo, NO a quello, NO a tutto, in nome di un ambientalismo ignorante e in barba al volere dei lavoratori, che pure avevano approvato le norme sul TFR contrattate dai sindacati. E allora NO a voi, che avete scocciato: troppe parole, niente fatti.

Questa SCONFITTA, questa PESANTISSIMA sconfitta, non può che fare bene alla Sinistra Italiana. Qua non è in discussione la sopravvivenza politica della Sinistra: fino a che ci sarà un Capitalismo iniquo come quello odierno, la Sinistra non ha ancora esaurito il suo compito storico. Quella che è certa è la morte politica dei leader attuali, presuntuosi signori attaccati al mondo dei sogni. Che la smettano di cercare le colpe negli altri: chi non ha saputo parlare al cuore degli elettori siete solo voi, cari Bertinotti, Diliberto, Pecoraro Scanio e Mussi. L'astensionismo ne è un testimone, e Grillo e i suoi adepti invasati ne sono un altro. Lo schifo e la delusione che mi avete indotto sono stati più forti dello schifo e della repulsione che mi fa il PD.

Pubblicato il 15/4/2008 alle 14.41 nella rubrica Mondo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web