Blog: http://nomad.ilcannocchiale.it

Chi vince e chi perde

A destra c'è ancora qualcuno che si ostina a dire che le elezioni loro non le hanno perse, anzi addirittura sarebbero i vincitori morali. A sinistra c'è chi canta vittoria senza se e senza ma. Hanno torto.

A destra hanno PERSO. Hanno governato per 5 anni, hanno fatto quello che volevano grazie alla schiacciante superiorità di cui godevano per numero di parlamentari, hanno devastato un Paese facendogli perdere numerosi treni, hanno aumentato i disastri dell'economia, hanno destabilizzato ulteriormente il precariato, hanno mortificato le potenzialità dei giovani. Hanno perso e continuano a frignare adducendo brogli, irregolarità e cazzate del genere. Si comportano come Jake Blues quando nel film incontra la sua ex che lo vuole uccidere: non è stata colpa mia, si era allagata la casa, c'era stata un'alluvione, il terremoto, le cavallette. Hanno perso perchè a causa della loro inettitudine al governo alcuni elettori hanno aperto gli occhi e hanno votato dall'altra parte, e questi "alcuni" erano pochi ma sufficienti a ribaltare la maggioranza.

A sinistra hanno vinto, con molti SE e con altrettanti MA. Hanno vinto di un soffio, quando la vittoria doveva essere schiacciante, perchè gli alcuni che hanno votato a sinistra invece che a destra potevano, anzi dovevano, essere molti di più. Perchè al Senato è mancato il punto di riferimento che alla Camera era costituito dal listone. Perchè Prodi quando sorride pare un culo sorridente, perchè ancora ci sono D'Alemi e compari che guardano a destra cercando il dialogo, non capendo che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Hanno vinto di poco, perchè si sono fatti imporre dall'altro lato il tema della campagna elettorale, 'ste benedette tasse che l'italiano, che per definizione è furbo, cerca di evitare in tutti i modi e non accetta come giusto pagamento dei numerosi servizi di cui ha bisogno il Paese. E adesso la maggioranza degli italiani, cioè tutti quelli di destra e buona parte di quelli di sinistra, pensano che a sinistra non saranno capaci di mantenere un governo per più di tre mesi.

Io spero invece che stavolta prevalga il senso di responsabilità, perchè stavolta ne va delle loro "vite", politicamente parlando. Se a sinistra riescono a mantenere un governo per 5 anni e ad aggiustare alcune cose, allora la sinistra nel 2011 vincerà di nuovo e potrebbe perifno aumentare il consenso. Se si sfasciano dopo 3 mesi, l'umiliazione e il ridicolo li ricopriranno, e si estingueranno, sempre politicamente parlando.

Pubblicato il 15/4/2006 alle 11.26 nella rubrica Mondo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web